Associazione di Professionisti della Mediazione Brain Med - 800 211333

News

  • Sei qui:
  • home
  • news
  • Piattaforma online ODR della Commissione Europea: le imprese potranno proporre un organismo di mediazione

Piattaforma online ODR della Commissione Europea: le imprese potranno proporre un organismo di mediazione

La novità di questi ultimi giorni per la piattaforma voluta dalla CE è che il consumatore dovrà compilare subito il modulo di denuncia online, in cui viene descritto il motivo del contendere e poi la denuncia verrà inviata all’azienda. Quest’ultima proporrà un organismo di mediazione al consumatore che, se accettato, potrà avere un filo diretto con la piattaforma europea, con il conseguente trasferimento di tutti i reclami entro 90 giorni dalla presentazione.


Che consumatori e imprese avessero a disposizione un punto di accesso unico e telematico nella piattaforma online voluta dalla Commissione Europea era già noto da qualche tempo. La novità di questi ultimi giorni, però, è che il consumatore dovrà compilare subito il modulo di denuncia online, in cui viene descritto il motivo del contendere e poi la denuncia verrà inviata all’azienda. Quest’ultima proporrà un organismo di mediazione al consumatore che, se accettato, potrà avere un filo diretto con la piattaforma europea, con il conseguente trasferimento di tutti i reclami entro 90 giorni dalla presentazione.

La piattaforma telematica Online Dispute Resolution (ODR), gestita dalla Commissione europea è dedicata a consumatori ed esercenti ed è in rete dallo scorso mese di febbraio. Utile soprattutto in casi di fornitura di servizi o contratti di acquisto, questo tipo di “tool” è stato già con successo sperimentato negli Stati Uniti, e la sua esperienza vuole essere lentamente condotta anche in Europa e nei suoi singoli Paesi. In questo caso lo scopo della Commissione Europea è uno soltanto: continuare a divulgare la cultura della mediazione e farlo anche con procedure telematiche, anche tra consumatori e commercianti.

In pratica, seguendo la normativa sull’Online Dispute Resolution data dalla Direttiva 2008/52/CE sulla mediazione, recepita in Italia dal Decreto Legislativo 28/2010 (che all’art. 3 chiarisce come ciascun Organismo ADR nel proprio regolamento preveda la possibilità di svolgere la mediazione secondo modalità telematiche), i consumatori vengono tutelati nei loro rapporti con gli esercenti online, soprattutto negli acquisti, arrivando a raggiungere l’obiettivo di usufruire, in futuro, di un mercato unico tutto digitale. Ora, gli esercenti, possono scegliere e proporre un organismo di mediazione, che se accettato dal consumatore, sarà protagonista di tutta la gestione delle controversie online.

A cura dell'addetto stampa Brain Med, dott.ssa Jenny Giordano



Perche' BrainMed

Documenti Ufficiali

Documenti e normative

Formazione

Diventa mediatore professionista!
Visualizza i nostri corsi!

Sportello Informativo

Il nostro canale diretto
di comunicazione
con l’utenza!

Vantaggi

Investi in una specializzazione
di eccellenza

Finalità associative

Scopri le nostre finalità

Call Center

Contattaci ora!!!

Brochure

Visualizza la brochure

Corsi

Corsi